|  (+39) 080 561 2269      Scrivimi

 

Articoli filtrati per data: Ottobre 2019 - Studio Facchini

In caso di omesso versamento del bollo relativo all’emissione delle e-fatture, il decreto crescita prevede l’applicazione delle ordinarie sanzioni di cui all’art. 13 Dlgs 471/97; il collegato fiscale ha previsto l’invio di avvisi bonari per le mancanze, che potrà essere sanato nei 30gg successivi, beneficiando della riduzione a 1/3 della sanzione del 30% applicabile.

Categoria: Fisco
Giovedì, 31 Ottobre 2019 11:38

Detrazione delle spese dal 2020

Ai fini del contrasto all’evasione il Governo punta tutto sui pagamenti tracciabili. Saranno obbligatori a partire dal 1° luglio 2020, come pure le sanzioni. A queste misure, già dal 1° gennaio 2020, saranno operative le seguenti regole: le spese, ai fini della detrazione, devono essere pagate con mezzi tracciabili (carte e bonifici); saranno detraibili anche le spese per parrucchieri, ristoranti, idraulici, sempre se pagate con mezzi tracciabili.

Categoria: Fisco

Il collegato alla manovra 2020 rivede le compensazioni. I crediti derivanti dalle imposte sui redditi e dall’Irap per importi superiori a 5.000 euro annui, si potranno compensare dal decimo giorno successivo alla presentazione della dichiarazione da cui il credito emerge. Anche i contribuenti non titolari di partita Iva, con riferimento ai crediti maturati a decorrere dal 2019, avranno obbligo di trasmettere esclusivamente attraverso i canali telematici dell’Agenzia delle entrate i modelli F24 contenenti compensazioni. La mancata esecuzione delle deleghe di pagamento a seguito di attività di controllo sui crediti compensati, sopporterà una sanzione di 1.000 euro per ogni F24 scartato. La disposizione si applicherà a partire dal mese di marzo 2020.

Categoria: Fisco

In tema di lotta all’evasione, in manovra 2020, si parla di inserire il meccanismo reverse charge agli appalti nei settori che fanno largo uso di manodopera, così a versare l'Iva potrebbe essere il committente e non l'appaltatore. Obiettivo è quello di colpire le false Coop che utilizzano manodopera a basso costo non pagando tasse e contributi, e alimentando i fenomeni di caporalato e criminalità organizzata.

Categoria: Fisco

Articoli in evidenza