|  (+39) 080 561 2269      Scrivimi

 

Articoli filtrati per data: Settembre 2018 - Studio Facchini

Diminuiscono le liti fiscali pendenti. Al 30 giugno 2018 le controversie si sono ridotte del 7,54% rispetto al precedente anno. Sono invece aumentate del 4,85% le controversie presentate presso le Commissioni tributarie provinciali. Sono diminuiti del 10,26% i ricorsi definiti. Lo ha reso noto il Ministero dell’Economia e delle Finanze con il comunicato stampa n. 144 del 20 settembre 2018.

Categoria: Attualità

I contribuenti che hanno aderito alle definizione agevolata delle cartelle prevista dal Dl n. 148/2017 (modif. dalla L. n. 172/2017) hanno ricevuto, entro lo scorso 30 giugno, la comunicazione dell’Adr contenente l’indicazione delle somme dovute. Nel caso in cui si siano rilevate differenze tra i dati delle cartelle/avvisi riportati nella comunicazione, e quelli indicati nella dichiarazione di adesione alla Definizione agevolata, devono segnalare le difformità. All'uopo è previsto un servizio dedicato.

Categoria: Attualità
Mercoledì, 12 Settembre 2018 12:31

Manovra 2019: regime forfetario potenziato

La Manovra 2019 vuole potenziare il regime forfettario. In base alla norma in vigore, possono fruire del regime forfetario previsto dalla legge n. 190/2014 esclusivamente le imprese individuali e gli esercenti arti e professioni. La Manovra 2019 potrebbe coinvolgere anche le S.a.s., le S.n.c. e le S.r.l. trasparenti.

Categoria: Attualità
Martedì, 11 Settembre 2018 11:36

Lavori per la flat-tax

Nelle priorità della manovra 2019 c'è la flat tax. Le ultime notizie parlano, per i soggetti IVA, di  una tassa piatta “progressiva” con tre aliquote crescenti in funzione di ricavi e tempistiche di avvio dell’attività. La flat tax risulterebbe particolarmente vantaggiosa per le start-up, che sconterebbero un’aliquota del 5%. L’aliquota del 15% verrebbe applicata a imprese e professionisti con ricavi/compensi fino a 65.000 euro. L’aliquota del 20% scatterebbe, infine, sulla parte incrementale del fatturato fino a 100.000 euro. Si studiano anche nuove aliquote progressive IRPEF, con il primo scaglione al 22%, poi il 38% esteso fino a 75.000 euro e l’abrogazione del 41%.

Categoria: Attualità

Il 5 settembre sono riparti i termini concessi: per il pagamento delle somme dovute da avvisi bonari, e per la trasmissione di atti e documenti all'Amministrazione finanziaria.

Categoria: Attualità

Al via la sperimentazione di una procedura di analisi del rischio di evasione per le società di persone e le società di capitali. A disporla è il provvedimento 31 agosto 2018 del direttore dell'Agenzia delle entrate, emanato in attuazione delle prescrizioni contenute nell'articolo 11 ("Emersione di base imponibile") del decreto legge 201/2011. Nella fattispecie, gli operatori finanziari devono comunicare all'Archivio dei rapporti finanziari le movimentazioni e ogni informazione relativa a tali rapporti necessaria ai fini dei controlli fiscali. Le informazioni comunicate all'Archivio dei rapporti finanziari saranno utilizzate dall'Agenzia delle entrate per le analisi del rischio di evasione.

Categoria: Attualità