|  (+39) 080 561 2269      Scrivimi

 

Articoli filtrati per data: Maggio 2018 - Studio Facchini
Mercoledì, 30 Maggio 2018 11:47

Anf: aggiornamenti dal 1° luglio

L’assegno al nucleo familiare si aggiorna il 1° luglio. L’INPS (circolare n. 68/2018) ha reso nota la rivalutazione dei livelli di reddito delle tabelle contenenti gli importi mensili degli assegni al nucleo familiare, in vigore per il periodo 1° luglio 2018 – 30 giugno 2019, aumentati in relazione all’incremento dell’1,1% registrato dall’ISTAT per i prezzi al consumo.

Categoria: Lavoro

Dallo scorso 14 maggio 2018 l'Inail ha esteso ai datori di lavoro non provvisti di posizione assicurativa territoriale l'obbligo di avvalersi del servizio telematico "Registro di esposizione" per trasmettere i dati relativi ai lavoratori esposti ad agenti cancerogeni e mutageni. Nel registro devono essere riportati gli agenti utilizzati, i lavoratori esposti, l’attività svolta dal dipendente e il valore dell’esposizione in termini di intensità, frequenza e durata (circolare INAIL 15 maggio 2018, n. 22).

Categoria: Lavoro

Entro il 31 maggio le aziende possono presentare domanda all'Inps per il differimento del termine per gli adempimenti contributivi che ricadrebbero nel periodo di chiusura feriale collettiva. Si tratta di un adempimento diverso dal normale differimento dei termini di tutti i versamenti che si devono effettuare con i modelli F24 con scadenza tra il giorno 1 ed il giorno 20 di agosto. Questo differimento comprende anche i contributi previdenziali ed assistenziali, mentre i termini di trasmissione delle denunce contributive Uniemens, rimane confermato all’ultimo giorno del mese. Per usufruire dello sfasamento temporale al mese successivo, entro il 31 maggio 2018 le aziende interessante dovranno presentare all’Ente apposita istanza telematica, tramite il portale Inps area DiResCo, compilando il “modulo 445 – Richiesta differimento termine adempimenti contributivi per ferie collettive”.

Categoria: Lavoro
Lunedì, 21 Maggio 2018 10:15

Agricoltori: contributi più alti

I lavoratori autonomi del settore agricolo quest'anno dovranno pagare qualcosa in più a titolo contributivo. I valori 2018 sono indicati nel decreto n. 195 dell'11 maggio della direzione generale per le politiche previdenziali del ministero del lavoro, in corso di pubblicazione. Il primo versamento è previsto per il 17 luglio. Il reddito medio convenzionale giornaliero da valere, sia ai fini del calcolo dei contributi che della misura delle pensioni degli autonomi dell'agricoltura, per ciascuna fascia di reddito agrario è stabilito nella misura di 57,60 euro; la base imponibile per quest'anno risulta pari a: 8.985,60 euro per la prima fascia; 11.980,80 euro per la seconda fascia; 14.976 euro per la terza fascia e 17.971,20 per la quarta fascia. L'aliquota da applicare, stabilita dalla riforma Fornero (art. 24 comma 23 della legge n.204/2011) da quest'anno è pari al 24%.

Categoria: Lavoro

È stato approvato il nuovo modulo TFR2 che deve essere compilato e firmato dal lavoratore neo assunto per la scelta di destinazione del TFR.

Categoria: Lavoro
Giovedì, 10 Maggio 2018 10:36

Lavoro: riposo settimanale obbligatorio

Il riposo settimanale dei lavoratori è un sacrosanto diritto. Il Ministero dell'interno, con la circolare n. 300/A/3530/18/113/2 del 30 aprile 2018, è intervenuto in materia di tempi di guida e di riposo dei professionisti del trasporto. Il camionista almeno una volta alla settimana deve dormire sulla terra ferma in un letto normale con tanto di servizi a disposizione e nella massima tranquillità, altrimenti rischia una sanzione e il ritiro della patente di guida fino all'effettuazione concreta della sosta. Se il riposo settimanale ridotto viene effettuato sul camion o sul mezzo professionale per quello ordinario vige il divieto assoluto. Solo a terra infatti il lavoratore avrà la possibilità di ristorarsi e riposarsi adeguatamente, in conformità a quanto sentenziato dalla Corte di giustizia dell'unione europea nella causa C-102/16 Vaditrans Bvba / Belgische Staat.

Categoria: Lavoro

Entro il 20 maggio prossimo professionisti e associazioni di categoria devono procedere alla validazione delle deleghe indirette, rilasciate dai datori di lavoro agricoli e presenti all’interno del Cassetto previdenziale sul portale INPS. Lo ha specificato l’INPS, con il messaggio n. 1618/2018. Si tratta di un'operazione necessaria alla profilazione dei soggetti abilitati agli adempimenti per le aziende agricole, utile al passaggio dal sistema DMAG a quello Uniemens previsto a partire da gennaio 2019.

Categoria: Lavoro

Articoli in evidenza