|  (+39) 080 561 2269      Scrivimi

 

Articoli filtrati per data: Marzo 2018 - Studio Facchini

L'Inps, nel rilevare come spesso si verifichi la evenienza della permanenza notturna del paziente presso le unità operative del pronto soccorso, ovvero presso le apposite strutture annesse, per accertamenti diagnostici ulteriori, conferma la applicabilità a tali casi della disciplina del ricovero ospedaliero prevista dal decreto ministeriale 18 aprile 2012 (messaggio n. 1074 del 9 marzo 2018).

Categoria: Lavoro

L'Ispettorato Nazionale del Lavoro interviene in tema di computo dei lavoratori agricoli stagionali in relazione al collocamento obbligatorio dei disabili; in particolare chiarisce che tali lavoratori, se svolgono fino a 180 giornate di attività nell'anno, devono essere esclusi dal computo dell'organico aziendale.

Categoria: Lavoro

L'esonero contributivo parziale per l'assunzione di giovani, reso strutturale dalla legge di bilancio 2018, trova applicazione nei confronti dei contratti stipulati a partire dal 1° gennaio 2018, anche se le parti abbiano inteso non applicare allo specifico rapporto di lavoro la normativa sulle tutele crescenti, quale condizione di miglior favore. Le istruzioni operative sono contenute nella circolare  Inps n. 40 del 2 marzo 2018.

Categoria: Lavoro
Giovedì, 15 Marzo 2018 11:41

Gestione separata Inps

Ai sensi della Legge n. 335/1995 è tenuto ad iscriversi alla Gestione separata presso l’Inps chi esercita per professione abituale (anche se non esclusiva), attività di lavoro autonomo, i titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa e gli incaricati alla vendita a domicilio. Non devono iscriversi gli assegnatari di borse di studio, limitatamente alla relativa attività. Sono tenuti ad iscriversi alla Gestione separata Inps anche i soggetti che esercitano l’attività di lavoro autonomo occasionale qualora il reddito annuo derivante da tale attività superi l’importo di 5.000 euro, e gli associati in partecipazione. Per i soggetti iscritti in via esclusiva alla Gestione separata Inps, l’aliquota contributiva e di computo è elevata al 33% per l’anno 2018, con l’ulteriore aliquota contributiva dello 0,72%. Per i titolari di partita Iva non iscritti presso altre forme previdenziali obbligatorie e non pensionati l’aliquota 2018 è pari al 25,72%. Invece per i soggetti già pensionati o assicurati presso altre forme previdenziali obbligatorie l’aliquota per il 2018 resta fissata al 24%.

Categoria: Lavoro

La legge di bilancio 2018 con l’art. 1 comma 137 ha raddoppiato l’importo del ticket di licenziamento nelle procedure di licenziamento collettivo. La novità interessa tutti i datori di lavoro, imprese e non imprese, soggetti al versamento del contributo CIGS. Per individuare i destinatari dell’aumento del ticket, non si fa quindi riferimento alle dimensioni aziendali ma solo al fatto di essere tenuti al versamento del contributo. Non sono interessati dall’aumento i datori di lavoro non soggetti alla CIGS, sia nel caso che effettuino licenziamenti individuali che collettivi. Sono inoltre fatti salvi i licenziamenti avvenuti a seguito di procedure avviate entro il 20 ottobre 2017 per i quali si mantiene il regime previgente anche se le cessazioni del rapporto dovessero avvenire nel 2018.

Categoria: Lavoro

Nuova veste dell’incentivo all’occupazione dei giovani NEET, lo comunica l’ANPAL che ha pubblicato sul proprio sito il Decreto n. 3 del 2 gennaio 2018 con il quale pone le basi per la fruizione della rinnovata agevolazione all’assunzione di giovani iscritti al Programma “Garanzia Giovani”, nell’ambito del programma operativo nazionale “Iniziativa Occupazione Giovani”. Pur essendo in attesa delle nuove istruzioni da parte dell’INPS che ne gestirà la misura e darà il via all’effettiva fruizione, è possibile procedere da subito con le assunzioni dei lavoratori in possesso dei requisiti richiesti. I destinatari dell’incentivo, sono tutti i datori di lavoro privati che, senza esservi tenuti, assumono giovani aderenti al Programma "Garanzia giovani" di età compresa tra i 16 e i 29 anni.

Categoria: Lavoro
Martedì, 06 Marzo 2018 09:46

Lavoro: assunzioni con contributi agevolati

Accesso consentito al nuovo esonero contributivo sulle assunzioni. Sono agevolabili i giovani d'età inferiore a 35 anni in caso di prima assunzione, con rapporto dipendente a tempo indeterminato. Non ostacola l'accesso all'incentivo, che consiste di uno sgravio del 50% dei contributi per 36 mesi, l'eventuale pregresso svolgimento, da parte del giovane, di prestazioni in modalità diverse dal lavoro dipendente a tempo indeterminato (lavoro a termine, co.co.co., partita Iva, etc.). Per facilitare la verifica del diritto all'incentivo, l'Inps ha messo online una utility che, in base al codice fiscale, sa dire se il soggetto ha avuto o meno rapporti a tempo indeterminato. Allo sgravio hanno accesso tutti i datori di lavoro del privato, imprenditori e studi professionali (Inps circolare n. 40/2018).

Categoria: Lavoro

E' vigente lo sgravio dei contributi Inps, stabilito dalla legge di Bilancio 2018 a favore dei nuovi agricoltori under40. Le istruzioni operative per fruire del bonus sono contenute nella circolare 36/2018 dell'istituto. I coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali (Iap), con età inferiore a 40 anni e che effettuino l'iscrizione nella previdenza agricola nel corso del 2018, saranno anche quest'anno esonerati dal versamento totale dei contributi per un periodo massimo di 3 anni. Decorso il periodo detto l'esonero è riconosciuto per un periodo massimo di 12 mesi nel limite del 66% e per un periodo massimo di ulteriori 12 mesi nel limite del 50%.

Categoria: Lavoro
Venerdì, 02 Marzo 2018 11:45

Dmag in Uniemens dal 2019

La legge di bilancio 2018 aveva previsto la proroga al 2019 dell'inserimento dei Dmag nel modello Uniemens. Con il messaggio n. 892 del 27 febbraio 2018, l’INPS recepisce la proroga e rinvia di un anno l’entrata in vigore del nuovo sistema.

Categoria: Lavoro
Giovedì, 01 Marzo 2018 10:51

Lavoro: adempimenti e scadenze

Entro il 31 marzo le imprese industriali, commerciali e artigiane preponenti devono versare i contributi FIRR per i loro agenti e rappresentanti.

Categoria: Lavoro
Pagina 1 di 2

Articoli in evidenza