|  (+39) 080 561 2269      Scrivimi

 

Lavoro

Il Dl Cura Italia non si occupa in modo particolare della Cassa integrazione per il settore agricolo, al quale continuano ad applicarsi le regole ordinarie. Viene comunque inserita la nuova “causale COVID-19 CISOA” che i datori di lavoro interessati devono utilizzare per presentare domanda. L’integrazione è pari all’80% della retribuzione media giornaliera; possono richiederla le aziende agricole anche costituite in forma associata, che esercitano un’attività diretta alla coltivazione del fondo, alla silvicoltura, all’allevamento degli animali e attività connesse, o anche…
Lunedì, 30 Marzo 2020 12:48

INPS: i congedi parentali

Con la circolare n. 45 del 25 marzo 2020, l’INPS ha fornito le istruzioni operative per fruire del congedo per emergenza Covid-19 in favore dei lavoratori dipendenti del settore privato, dei lavoratori iscritti alla Gestione separata e dei lavoratori autonomi. Il congedo è riconosciuto alternativamente a uno solo dei genitori per nucleo familiare per i figli di età non superiore ai 12 anni (limite che non si applica in riferimento ai figli disabili in situazione di gravità accertata). Gli interessati…
L’INPS, con il messaggio n. 1287/2020, ha fornito chiarimenti in merito la Cassa Integrazione in deroga speciale prevista dal Decreto cura Italia. Si tratta di una Cassa Integrazione che interessa tutte le aziende in difficoltà sull'intero territorio nazionale. Non si applicano le disposizioni generali relative al requisito dell’anzianità di effettivo lavoro e il contributo addizionale; è consentito esclusivamente il pagamento diretto con modello telematico SR41; le domande vanno presentate alle Regioni e Province autonome. Il trattamento decorre dal 23 febbraio…
Martedì, 24 Marzo 2020 16:19

INAIL: prestazioni anticipate anti-coda

L’INAIL si è attivato per pagare anticipatamente le prestazioni ed evitare code non propedeutiche in questo periodo. Per chi riceve le prestazioni economiche in modo periodico è stato fissato un calendario con ordine alfabetico da rispettare; per chi ha diritto a quelle non continuative, per infortunio e malattie professionali, è necessario indicare l’IBAN al momento dell’apertura della pratica così da ricevere le somme direttamente sul conto corrente, bancario/postale.
Lunedì, 23 Marzo 2020 12:48

INPS: come ottenere la CU 2020

L’INPS, con la circolare n. 43 del 20 marzo 2020, ha diramato le istruzioni circa l’ottenimento della CU 2020 a disposizione dei contribuenti a partire dal prossimo 31 marzo. La si potrà ottenere online sul sito dell’INPS o presso i patronati e i centri di assistenza fiscale. Per scaricarla online bisognerà essere in possesso di: credenziali SPID almeno di secondo livello o superiore; Carta Nazionale dei Servizi; Carta di Identità Elettronica 3.0. L’acquisizione della Certificazione Unica 2020 presso gli sportelli…
Chi avrà diritto al bonus 600 partite Iva previsto dal decreto Cura Italia? L’indennità spetterà ai professionisti e autonomi iscritti alla gestione separata e co.co.co.; artigiani e commercianti; lavoratori stagionali del turismo e del settore agricolo, lavoratori dello spettacolo, in base alle seguenti categorie: liberi professionisti titolari di partita IVA; lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Ago. Le disposizioni sono contenute negli articoli 27, 28, 29, 30 e 38 del decreto. L’importo viene corrisposto una tantum dall’INPS, previa domanda, e…
Giovedì, 19 Marzo 2020 10:52

Cassa Integrazione Lavoro per tutti

Viene estesa la Cassa integrazione guadagni estesa a tutte le aziende per nove settimane. La domanda dovrà essere presentata con causale “emergenza COVID-19”, per periodi decorrenti dal 23 febbraio 2020 e per una durata massima di nove settimane e comunque entro il mese di agosto 2020.
Sono diverse le categorie a cui spetta il contributo una-tantum previsto dal decreto salva economia, si va dai professionisti titolari di partita IVA alla data del 23 febbraio ai lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa attivi alla stessa data, iscritti alla Gestione separata, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie; ed ancora: ai lavoratori dipendenti stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali, agli operai agricoli a tempo determinato, non titolari di…
Venerdì, 13 Marzo 2020 11:39

INPS: potenziati i servizi online

Sono potenziati i servizi online INPS e attivati nuovi canali telefonici, in linea con il “Io resto a casa”. Sono quattro le modalità per accedere alle informazioni INPS: contact center nazionale, raggiungibile al numero 803 164 e attivo tutti i giorni, dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 20.00 ed il sabato dalle 8.00 alle 14.00, gratuito da rete fissa e a pagamento da cellulare; servizio online “INPS Risponde”, accessibile dagli utenti in due modi: nella sezione “Contatti” del sito…
Con la circolare n. 21 dell’11 febbraio 2020, l’INPS ha fornito le istruzioni operative per accedere alle misure di sostegno al reddito a favore dei lavoratori dei call center. Ad essi, l’articolo 1 del D.I. 22763/2015 riconosce un’indennità pari al trattamento massimo di integrazione salariale straordinaria per 12 mesi. La si può richiedere in caso: di sospensione dell’attività lavorativa, o riduzione del lavoro determinata da crisi aziendale.
Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, a seguito delle richieste del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, si è interessato delle difficoltà incontrate dagli operatori riguardo la nuova procedura per la comunicazione obbligatoria di assunzione (modello Unilav), che è partita lo scorso 15 gennaio. In particolare le CO non si riuscivano a trasmettere correttamente per problemi nell'utilizzo della tabella dei “Ccnl” applicabili e “livelli retributivi”. E’ stato fatto un decreto direttoriale, il n. 52 del 10 febbraio…
Martedì, 21 Gennaio 2020 12:58

INPS: visite fiscali dipendenti in malattia

Per il 2020 non cambiano le regole delle visite fiscali INPS. I controlli sono effettuati su richiesta del datore di lavoro o d’ufficio. Le fasce di reperibilità sono due, una mattutina ed una pomeridiana; gli orari variano per i lavoratori dipendenti di aziende private e per i dipendenti statali. Dipendenti di aziende private: mattina 10/12, pomeriggio 17/19; dipendenti di aziende statali: mattina 9/13, pomeriggio 15/18.
Pagina 1 di 17