|  (+39) 080 561 2269      Scrivimi

 

Lunedì, 14 Novembre 2016 10:49

Nuove partite Iva: settembre in calo

Sono state in cale le aperture di partite IVA a settembre 2016: rispetto allo stesso mese dell’anno precedente si è registrato un - 6,1%. È questo il dato rivelato dall’Osservatorio sulle Partite IVA del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Tra le novità introdotte dalla commissione cultura della camera in sede emendativa alla legge di Bilancio 2017, si legge di 25 mila cattedre in più il prossimo anno. Cattedre stabili, di organico di diritto, su cui poter fare assunzioni a tempo indeterminato oppure disporre trasferimenti di personale di ruolo. Inoltre, ci sarà una corsia preferenziale per assumere i docenti delle scuole dell'alta formazione musicale con tre anni di lavoro a tempo determinato alle spalle.

Tra le novità previste dalla legge di Bilancio 2017 si registra: il via libera al bollo virtuale sugli assegni circolari, e la deducibilità delle spese dei professionisti per alimenti e bevande e per prestazioni di viaggio o trasporto.

Via libera alla detrazione delle spese universitarie sostenute per l’accesso ai corsi di studio, anche in relazione a test a cui non è seguita un’immatricolazione e alle spese sostenute nel caso particolare di sostenimento del test anticipato da parte di studenti iscritti al quarto anno della Scuola Superiore. Così è stato chiarito nelle FAQ che l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito.

Venerdì, 11 Novembre 2016 11:30

Novità: regime dei minimi elastico

Novità in vista dal 2017 per il regime forfettario: superare la soglia massima prevista di legge non fa uscire automaticamente dal regime forfetario. Dal 2017 le partite Iva che percepiscono ricavi superiori al tetto, variabile dai 30 mila ai 50 mila euro annui a seconda del tipo di attività esercitata, potranno mantenere il meccanismo sostitutivo pagando una differenza, sulla parte eccedente, del 27%; sulla parte ordinaria, invece, resterà applicabile il prelievo secco del 15%. Sarà possibile superare il detto limite solo per due volte, anche in anni non consecutivi: alla terza, il contribuente transiterà nel regime ordinario. È quanto prevede uno degli emendamenti al Dl n. 193/2016 approvati dalle commissioni riunite bilancio e finanze della camera che lunedì andrà al voto di fiducia dell'assemblea.

Dopo la protesta dei commercialisti riguardo l’introduzione del nuovo spesometro trimestrale, il Governo aggiusta il tiro, ma solo per un anno. Le Commissioni riunite Bilancio e Finanze della Camera hanno approvato un emendamento al Dl n. 193/2016 che prevede l’invio di uno spesometro semestrale, ma solo per il primo anno. L’invio diventerà trimestrale a partire dal secondo anno. Parallelamente, vengono anche ridotte le sanzioni sugli errori o sulle omissioni degli invii telematici delle comunicazioni periodiche IVA: la sanzione diventa di 2 euro per ogni fattura omessa, fino ad un massimo di 1.000 euro a trimestre. La sanzione sarà dimezzata qualora vi sia il ravvedimento.

Giovedì, 10 Novembre 2016 09:58

Regime dei minimi verso la chiusura

Il regime dei contribuenti minimi istituito dal Dl 98/2011 e successive modificazioni volge al termine. Continueranno ad operare in tale regime solo coloro che avendovi optato fino al 2015 lo faranno arrivare a scadenza naturale, fatte salve le fuoriuscite.

E' in scadenza l'ultima rata del premio INAIL 2015/2016. il 16 novembre 2016 va versata la IV rata del premio di autoliquidazione, maggiorata degli interessi calcolati con il coefficiente 0,00525479.

Mercoledì, 09 Novembre 2016 10:53

DdL bilancio 2017: confermate le detrazioni casa

Le misure detrattive per la casa restano confermato anche per il 2017. Il DdL bilancio 2017 conferma sia l’ecobonus, sia la detrazione al 65% per le spese relative ad interventi di riqualificazione energetica degli edifici, sia la detrazione al 50% per gli interventi di ristrutturazione edilizia e per le spese relative all'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe energetica elevata sostenute nell’anno 2017.  Vengono, inoltre, rafforzati i bonus riconosciuti per l’adozione di misure antisismiche: la detrazione al 50% sarà riconosciuta per gli interventi, compresi la classificazione e verifica sismica degli immobili, effettuati tra il 1° gennaio 2017 e il 31 dicembre 2021. La detrazione del 50%, sarà ripartita in cinque quote annuali di pari importo nell’anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi.

La rateazione straordinaria in 120 rate deve essere riconosciuta a tutti i contribuenti, compresi quelli sottoposti al piano di ammortamento in proroga ordinario di 72 rate. Così si è espressa la Commissione tributaria provinciale di Lucca con la sentenza n. 594/16, depositata il 24 ottobre 2016. Nella sentenza si chiarisce che il contribuente, anche se decaduto dalla rateazione di 72 rate concessa da equitalia, ha sempre il diritto di accedere al rateizzo straordinario da pagarsi in 10 anni.

Pagina 87 di 100

Articoli in evidenza