|  (+39) 080 561 2269      Scrivimi

 

Venerdì, 15 Novembre 2013 09:28

Studi professionali: i controlli antiricilaggio

Molti studi professionali sono interessati dai controlli che la Guardia di Finanza sta facendo per gli adempimenti in materia di antiriciclaggio. Ecco un sintetico vademecum delle operazioni da effettuare in studio al fine di essere in regola: verificare se l’operazione è soggetta agli obblighi in tema di antiriciclaggio; procedere all’adeguata verifica della clientela previa:
identificazione del cliente, dentificazione del titolare effettivo, richiesta di informazioni sullo scopo e sulla natura del rapporto continuativo o della prestazione professionale; istituire il fascicolo relativo a ciascun cliente; registrare le operazioni rilevanti nell’archivio unico; segnalare le operazioni sospette. A quest'ultimo fine, sono stati emanati indicatori di anomalia, i quali sono periodicamente aggiornati (Decreto del Ministero della Giustizia 16 aprile 2010).

Giovedì, 14 Novembre 2013 09:59

INAIL: riattivazione del codice ditta cessato

L'INAIL, con la nota n. 6262/2013, ha comunicato le modalità previste per la riattivazione del codice ditta cessato. In particolare, al fine di mantenere l'unicità della situazione contributiva e contabile, nel caso in cui un soggetto identificato da un determinato codice fiscale cessi l’attività e successivamente la inizi di nuovo, l'Istituto mantiene fermo il codice ditta già assegnato in precedenza riattivandolo nell'occasione con istituzione di una nuova PAT per ogni singola sede di lavoro indicata nella denuncia di esercizio.

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 25161 dell'8 novembre 2013, ha sancito che il garage annesso all'abitazione permette al contribuente di rientrare nell'agevolazione della prima casa se: non fa aumentare la superficie vivibile dell'abitazione; non può essere qualificato di lusso. Al fine è necessario che il garage risulti dal rogito d'acquisto e sia accessibile tramite passo carrabile autonomo e annessa porta basculante, sia dotato di infissi e di materiali in ferro nelle finestre e nella pavimentazione, come per i locali "autorimessa", ed abbia caratteristiche tali da non poter essere definito abitabile.

Giovedì, 14 Novembre 2013 09:58

Imprese: rimborsi Iva per un miliardo di euro

Nelle prossime settimane, a più di 4mila partite Iva verranno rimborsati crediti per un importo totale di circa 1 miliardo di euro, somma messa a disposizione dal ministero dell’Economia e delle Finanze. Ossigeno alle imprese in difficoltà, che soffrono di crisi di liquidità, determinata dall’attuale congiuntura economica.

Scade venerdì prossimo la possibilità per scegliere di pagare l’abbonamento Rai in 11 rate. Per i pensionati in possesso del requisito reddituale, il 15 novembre è il termine ultimo per chiedere l’agevolazione al proprio ente previdenziale, che, ricevuta la domanda, provvederà a effettuare le trattenute mensili sui ratei di pensione in pagamento da gennaio a novembre 2014, permettendo all’interessato di frazionare la spesa senza aggravio di interessi.

Con la risoluzione n. 78/E del 12 novembre, l’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti in merito al trattamento fiscale dei beni merce valutati a costi specifici. La pronuncia origina da un’istanza d’interpello presentata da una società che, dopo aver acquisito a un’asta giudiziaria un immobile iscritto in bilancio al costo di acquisto nella voce “rimanenze”, ha in seguito proceduto a svalutarlo, considerata la non conformità dello stesso alla licenza edilizia a suo tempo rilasciata dall’ente comunale. Nel caso esaminato, l’Agenzia esclude la possibilità di dare rilievo fiscale alla svalutazione del cespite operata in bilancio, con conseguente ripresa a tassazione della stessa, tramite una variazione in aumento in sede di presentazione della dichiarazione dei redditi.

Partiti in fermento per la manovra economica, il Pdl ripropone l'abolizione del prelievo sulla prima casa e l'ingresso di una nuova imposta: la TUC. A differenza della Tasi l'aliquota del nuovo tributo si dovrebbe attestare al 10,6 per mille da applicare sugli immobili e sui servizi indivisibili sulla base di due componenti: quella patrimoniale la cui aliquota massima non potrà andare oltre l'8,1 per mille e quella sui servizi indivisibili nella misura massima dell'1,5 per mille per l'utilizzatore, quindi l'inquilino, e dell'1 per mille in più per il proprietario. La TUC sostituirebbe, per la sola componente immobiliare, l'IRPEF e le relative addizionali dovute sui redditi fondiari dei beni non locati, e l'imposta comunale sugli immobili.

Secondo la sentenza n. 172 depositata il 10 ottobre 2013 della CTP di Padova, gli errori formali commessi nell'applicazione del regime del margine IVA o nella compilazione dei modelli intrastat non possono essere sanzionati e sono sanabili, in quanto prevale la sostanza sulla forma, specie se non è pregiudicata l'attività di controllo dell'Amministrazione.

L’Europa vuole aiutare i professionisti nel loro lavoro di aiuto all'economia e alla creazione di nuova occupazione. All'uopo ha predisposto appositi fondi comunitari che consentiranno agevolazioni fiscali, semplificazioni burocratiche è più facile accesso al credito. A breve si definiranno le modalità di erogazione dei fondi comunitari ai professionisti per il periodo 2014-2020.

Il Ministero dell’Ambiente ha pubblicato una circolare con chiarimenti interpretativi riguardanti la disciplina dell'Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) nella fase di prima applicazione del Decreto del Presidente della Repubblica 13 marzo 2013 n.59. Nel documento viene sottolineato che l'AUA si applica solo alle piccole e medie imprese non soggette ad AIA, ovvero a tutti gli impianti non soggetti ad AIA a prescindere dai requisiti dimensionali del gestore. L'autorizzazione sostituisce ogni altra comunicazione, notifica e autorizzazione previste dalla legislazione vigente, ed è finalizzata alla riduzione degli oneri burocratici connessi alla gestione dell'impresa.

Pagina 87 di 94