|  (+39) 080 561 2269      Scrivimi

 

Martedì, 21 Gennaio 2020 12:58

INPS: visite fiscali dipendenti in malattia

Per il 2020 non cambiano le regole delle visite fiscali INPS. I controlli sono effettuati su richiesta del datore di lavoro o d’ufficio. Le fasce di reperibilità sono due, una mattutina ed una pomeridiana; gli orari variano per i lavoratori dipendenti di aziende private e per i dipendenti statali. Dipendenti di aziende private: mattina 10/12, pomeriggio 17/19; dipendenti di aziende statali: mattina 9/13, pomeriggio 15/18.

Il Presidente dell’Ordine dei Commercialisti di Milano, Marcella Caradonna, con una lettera di ieri, 20 gennaio, ha chiesto l’intervento del Garante del Contribuente della Lombardia riguardo l’applicazione del regime forfettario 2020, viste le incertezze lasciate aperte dalla legge di bilancio sulla data di decorrenza delle nuove cause d’esclusione al regime.

Martedì, 21 Gennaio 2020 12:56

Lavoro: il bonus disabili 2020

Il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri su proposta del Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali del 21 novembre 2019 ha rifinanziato il bonus per assunzione di persone disabili a tempo indeterminato. Possono presentare la domanda tutti i datori di lavoro. I contributi variano a seconda della percentuale di riduzione della capacità lavorativa: superiore al 79% - 36 mesi – incentivo: 70% della retribuzione mensile imponibile ai fini previdenziali; tra il 67% e il 79% - 36 mesi – incentivo: 35% della retribuzione mensile imponibile ai fini previdenziali; superiore al 45% - 60 mesi – incentivo: 70% della retribuzione mensile imponibile ai fini previdenziali.

Martedì, 21 Gennaio 2020 12:53

Incentivi: nuova Sabatini 2020 – 2025

La legge di Bilancio 2020 rifinanzia la nuova Sabatini. I fondi sono ripartiti negli anni come segue: 105 milioni di euro per l’anno 2020; 97 milioni di euro per ciascun anno dal 2021 al 2024; 47 milioni di euro per l’anno 2025. Il contributo è parametrato a un tasso di interesse convenzionalmente assunto e fissato dalla normativa secondaria attuativa della misura: 2,75% annuo per gli investimenti ordinari; 3,575% per gli investimenti "Impresa 4.0".

Il 70% dei lavoratori autonomi italiani non si avvalgono del supporto di dipendenti o collaboratori. Confrontata al dato europeo la percentuale è alta. Il dato vien fuori dal rapporto stilato dalla Fondazione studi Consulenti del lavoro “Il lavoro autonomo in Italia – confronto con l’Europa”, presentato a Bruxelles. I motivi principali della scelta sono individuati nell’eccessivo carico contributivo a carico dei datori di lavoro, a seguire la burocrazia e la difficoltà a incontrare profili adatti al ruolo.

L’Ispettorato del Lavoro si è espresso con la nota n. 9943/2019 sulla responsabilità solidale negli appalti. Il committente, che ha erogato gli stipendi ai lavoratori invece che l’appaltante, resta obbligato al versamento dei contributi INPS per 10 anni (termine di prescrizione ordinaria) e non 2 come prevede il termine della responsabilità solidale.

Giovedì, 21 Novembre 2019 10:43

Proroghe: il bonus verde guadagna 1 anno

Con un emendamento alla manovra fiscale 2020, si stanziano nuovi fondi per finanziare e prorogare di 1 anno il bonus verde. Quindi, ancora per l’anno prossimo, e solo per quello (per ora), sarà possibile detrarre il 36% delle spese che si sosterranno per sistemare le aree verdi di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze, recinzioni di giardini e terrazzi, impianti di irrigazione, pozzi, coperture a verde, giardini pensili.

L’Agenzia delle entrate risponde a un interpello (484 del 13 novembre 2019) trattante l’argomento “regime forfettario” e contratto di lavoro. Esattamente il caso riguarda i consulenti finanziari che svolgono per una società attività di lavoro autonomo, regolamentato da un “contratto misto”, sottoscritto nel 2017, prima delle modifiche apportate al regime dalla legge di bilancio 2019. In assenza di un preesistente rapporto di lavoro dipendente con la stessa società e se in possesso dei requisiti, possono applicare il regime forfetario, perché la fattispecie non rientra tra le cause ostative introdotte dalla legge di bilancio 2019 e, in particolare, dalla nuova lettera d-bis), comma 57, della legge n. 190/2014.

Il MIT ha stabilito la quota dovuta per il 2020 dagli autotrasportatori iscritti nell’apposito albo (delibera n. 6 del 16 ottobre 2019). Il versamento deve essere effettuato entro il 31 dicembre c.a., ed è stabilito in una quota fissa (30 euro) più due eventuali ulteriori quote aggiuntive, in base al numero veicoli presenti nel parco auto e la massa complessiva.

L'INPS, con il messaggio n. 4144 del 13 novembre, ha comunicato che per non perdere il diritto all’assegno del bonus bebè è necessario presentare una nuova DSU, utile all’ottenimento del modello ISEE, entro il 31 dicembre 2019. L’adempimento interessa le famiglie che hanno richiesto l’assegno e non hanno presentato l’attestazione, sia per il pagamento dei mesi dell’assegno di natalità richiesto nel 2018, sia per quelle spettanti per l’anno in corso in relazione alle domande inviate per il 2016 e per il 2017.

Pagina 1 di 102

Articoli in evidenza