|  (+39) 080 561 2269      Scrivimi

 

Fisco

In materia di cambio aliquota IVA (dal 21 al 22%) l'Agenzia delle Entrate non commina sanzioni solo per gli errori connessi all'aggiornamento dei programmi di contabilità e dei software di gestione. Al fine si consiglia di predisporre e conservare tutta la documentazione comprovante la tempistica degli adeguamenti tecnici necessari da esibire in caso di controllo.
Per ottenere la dilazione lunga (120 rate) i contribuenti devono sempre presentare a Equitalia le prove della grave situazione di difficoltà economica che impedisce il rispetto del piano ordinario a 72 mesi già concesso. All'istanza deve essere allegata la documentazione che attesta il reddito mensile del nucleo familiare (in caso di persone fisiche) o il valore della produzione mensile e l'indice di liquidità (in caso di società), anche se il debito è inferiore a 50mila euro. Le condizioni richieste sono…
La Corte di Cassazione con la sentenza n. 25477 del 13 novembre 2013 ha sancito che la presentazione tardiva della dichiarazione IVA, anche di solo un giorno, fa peredere il diritto alla detrazione. L'estinzione del diritto alla detrazione esclude la possibilità di recuperare il credito maturato in ordine al periodo di imposta cui è correlata la dichiarazione omessa, ma non determina la perdita del diritto al rimborso esercitabile, in mancanza di una disciplina specifica posta dalla legislazione in materia, nel…
La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 25161 dell'8 novembre 2013, ha sancito che il garage annesso all'abitazione permette al contribuente di rientrare nell'agevolazione della prima casa se: non fa aumentare la superficie vivibile dell'abitazione; non può essere qualificato di lusso. Al fine è necessario che il garage risulti dal rogito d'acquisto e sia accessibile tramite passo carrabile autonomo e annessa porta basculante, sia dotato di infissi e di materiali in ferro nelle finestre e nella pavimentazione, come per…
Giovedì, 14 Novembre 2013 09:58

Imprese: rimborsi Iva per un miliardo di euro

Nelle prossime settimane, a più di 4mila partite Iva verranno rimborsati crediti per un importo totale di circa 1 miliardo di euro, somma messa a disposizione dal ministero dell’Economia e delle Finanze. Ossigeno alle imprese in difficoltà, che soffrono di crisi di liquidità, determinata dall’attuale congiuntura economica.
Con la risoluzione n. 78/E del 12 novembre, l’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti in merito al trattamento fiscale dei beni merce valutati a costi specifici. La pronuncia origina da un’istanza d’interpello presentata da una società che, dopo aver acquisito a un’asta giudiziaria un immobile iscritto in bilancio al costo di acquisto nella voce “rimanenze”, ha in seguito proceduto a svalutarlo, considerata la non conformità dello stesso alla licenza edilizia a suo tempo rilasciata dall’ente comunale. Nel caso esaminato, l’Agenzia esclude…
Secondo la sentenza n. 172 depositata il 10 ottobre 2013 della CTP di Padova, gli errori formali commessi nell'applicazione del regime del margine IVA o nella compilazione dei modelli intrastat non possono essere sanzionati e sono sanabili, in quanto prevale la sostanza sulla forma, specie se non è pregiudicata l'attività di controllo dell'Amministrazione.
Alle 72 quote mensile concedibili con il piano “ordinario” di rateazione dei debiti iscritti a ruolo, l’articolo 52 del Dl 69/2013 (“decreto del fare”) ha affiancato un piano “straordinario”, che innalza il numero delle rate possibili fino a un massimo di 120. In GU dell’8 novembre è stato pubblicato il decreto Mef del 6 novembre, che stabilisce le regole applicative della misura introdotta a favore dei contribuenti che si trovano in difficoltà non per loro responsabilità, ma a causa della…
La circolare Agenzia delle Entrate 33/E dell'8 novembre 2013 interviene in merito la deducibilità degli accantonamenti ai fondi per indennità suppletiva di clientela, spettante ai sensi dell'art. 1751 C.C. agli agenti di commercio in occasione della cessazione del rapporto di lavoro. Le indicazioni dell'Agenzia si muovono su due punti: per le vertenze relative a periodi d'imposta ante 1° gennaio 1993 può ritenersi valida la linea interpretativa secondo cui l'indennità suppletiva di clientela costituisce un costo meramente eventuale non deducibile, per…
E' pronto il regolamento dell'Economia che allunga la rateizzazione dei debiti con il Fisco. Sono quattro i piani di rateizzazione dei debiti tributari, con la possibilità per il contribuente di scelta del piano più adatto al suo status economico. Per la concessione delle 120 rate verrà adottato un criterio progressivo sulla base del rapporto tra la rata e il reddito mensile del nucleo familiare, per le persone fisiche, e tra la rata e il valore della produzione per le imprese.
Una nuova circolare dell'Agenzia delle Entrate, la n. 32/E del 5 novembre, dà altre indicazioni in merito l'applicazione della nuova aliquota IVA 22% per quei settori costretti a fare i conti con fatturazioni riferite a periodi in cui vigeva un’aliquota diversa. È il caso dei fornitori di acqua, luce, gas e di tutte le altre società che erogano servizi di pubblica utilità. L’Agenzia, considerata la complessità gestionale relativa alla fatturazione dei servizi offerti, indica un percorso alternativo rispetto a quello…
La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 22944 del 9 ottobre 2013, ha chiarito che è insufficiente, per conservare i benefici fiscali sulla prima casa, la dichiarazione di volontà, rilasciata al momento dell’acquisto, di destinare l’immobile ad abitazione entro i termini previsti dalla legge. A ciò deve seguire il trasferimento nell’appartamento.
Pagina 45 di 46