|  (+39) 080 561 2269      Scrivimi

 

Fisco

In risposta ad un interpello (n. 38/2019), l'Agenzia delle entrate ha chiarito che gli interessi passivi relativi a un mutuo misto, erogato per l’acquisto e la ristrutturazione di un immobile, sono detraibili in modo cumulativo se l’immobile viene adibito ad abitazione principale entro sei mesi dalla conclusione dei lavori e se non sono ancora trascorsi due anni dall’acquisto.
L'Agenzia delle entrate ha chiarito che la correzione degli errori commessi nelle fatture elettroniche, da parte dei contribuenti mensili, possono essere sanati senza sanzioni entro il 18 febbraio 2019, termine per la liquidazione periodica IVA di gennaio.
L'Agenzia delle entrate ha aggiornato le guide casa per i lavori di ristrutturazione, alla luce delle novità introdotte dalla recente legge di bilancio. Sono disponibili sul sito istituzionale: “Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali”, “Bonus mobili ed elettrodomestici”, “Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico”.
I contribuenti che emettono fatture per le operazioni "tax free shopping" inviando i dati al sistema Otello 2.0 sono esonerati dall’invio dell’esterometro. Ciò in applicazione del principio dell’unico adempimento. Lo ha chiarito l’Agenzia nella consulenza giuridica n. 8/2019.
I contribuenti che non vogliono l'esposizione nella dichiarazione dei redditi precompilata, dei dati relativi alle spese sostenute per le rette degli asili nido nel 2018, devono esprimere il proprio rifiuto utilizzando l’apposito modello. Il modello, firmato e corredato di un documento di riconoscimento, deve essere trasmesso all’Agenzia delle entrate via posta elettronica, all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., oppure via fax, al numero 0650762651.
Giovedì, 07 Febbraio 2019 12:05

Detrazione carburanti dal 2019

La scheda carburanti ha cessato la sua carriera il 31 dicembre 2018. A partire dal corrente anno tutti gli acquisti di carburanti effettuati presso gli impianti stradali di distribuzione devono essere documentati dalla fattura elettronica. Il costo, ed anche l'Iva, sono detraibili solo in presenza di fattura elettronica, anche nel caso in cui il pagamento sia avvenuto con uno strumento tracciabile.
Invariati i canoni di abbonamento speciale dovuti per la detenzione di apparecchi radioriceventi o televisivi fuori dall’ambito familiare, e apparecchi radiofonici o televisivi in cinema, teatri e locali assimilati. Gli importi sono quelli fissati nelle Tabelle 3 e 4 allegate al Dm 29 dicembre 2014 (Mise - decreto 28 dicembre 2018 - pubblicato nella GU n. 29 del 4 febbraio 2019).
Il provvedimento del 30 gennaio 2019 ha reso disponibili i 175 "Modelli ISA" per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell'applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale per il periodo 2018. Dalle istruzioni emerge che gli elementi necessari alla determinazione del punteggio di affidabilità vanno acquisiti dal contribuente/intermediario abilitato attraverso la consultazione del cassetto fiscale.
Ai fini dell'ingresso nel regime forfettario dal 2019, la verifica del possesso di partecipazioni in S.r.l. deve essere fatta prima dell’inizio del periodo d’imposta di applicazione del regime agevolato, quindi al 31 dicembre 2018. I soggetti che già si avvalevano del regime forfettario nel 2018 e non hanno ceduto la partecipazione entro il 31 dicembre 2018 non possono avvalersi del regime agevolato per il corrente anno (fonte Agenzia delle entrate).
Dal 1° febbraio è possibile compilare e trasmettere la dichiarazione Iva 2019. Non cambiano le regole per la compensazione dei crediti scaturenti: fino a 5.000 euro la compensazione può essere effettuata senza attendere la presentazione del modello, oltre 5.000 euro la compensazione richiede la preventiva presentazione del modello e il visto di conformità.
In risposta a un interpello (n. 23/2019) presentato da una società che, nell’ambito della sua attività (fornitura di servizi di progettazione e assistenza tecnica nei settori dell’ingegneria civile, dell’architettura e dell’urbanistica), aveva stipulato con una società non residente un contratto d’opera intellettuale per la prestazione di servizi ingegneristici, rispetto al quale, previa richiesta dell'autorità fiscale dello Stato di Residenza, doveva operare una ritenuta in uscita del 15%, l'Agenzia ha chiarito detta ritenuta non è scomputabile in Italia. L'unico canale a…
L'Agenzia delle entrate ha fornito chiarimenti in merito l'entrata, o meno, degli avvisi bonari nella definizione delle liti fiscali pendenti. Sono esclusi, rientrano, invece, gli atti di recupero dei crediti d’imposta per R&S e per le assunzioni nel mezzogiorno.
Pagina 8 di 46