|  (+39) 080 561 2269      Scrivimi

 

Fisco

Ai fini dell'ingresso nel regime forfettario dal 2019, la verifica del possesso di partecipazioni in S.r.l. deve essere fatta prima dell’inizio del periodo d’imposta di applicazione del regime agevolato, quindi al 31 dicembre 2018. I soggetti che già si avvalevano del regime forfettario nel 2018 e non hanno ceduto la partecipazione entro il 31 dicembre 2018 non possono avvalersi del regime agevolato per il corrente anno (fonte Agenzia delle entrate).
Dal 1° febbraio è possibile compilare e trasmettere la dichiarazione Iva 2019. Non cambiano le regole per la compensazione dei crediti scaturenti: fino a 5.000 euro la compensazione può essere effettuata senza attendere la presentazione del modello, oltre 5.000 euro la compensazione richiede la preventiva presentazione del modello e il visto di conformità.
In risposta a un interpello (n. 23/2019) presentato da una società che, nell’ambito della sua attività (fornitura di servizi di progettazione e assistenza tecnica nei settori dell’ingegneria civile, dell’architettura e dell’urbanistica), aveva stipulato con una società non residente un contratto d’opera intellettuale per la prestazione di servizi ingegneristici, rispetto al quale, previa richiesta dell'autorità fiscale dello Stato di Residenza, doveva operare una ritenuta in uscita del 15%, l'Agenzia ha chiarito detta ritenuta non è scomputabile in Italia. L'unico canale a…
L'Agenzia delle entrate ha fornito chiarimenti in merito l'entrata, o meno, degli avvisi bonari nella definizione delle liti fiscali pendenti. Sono esclusi, rientrano, invece, gli atti di recupero dei crediti d’imposta per R&S e per le assunzioni nel mezzogiorno.
In risposta ad una consulenza giuridica (la n. 6/2019), l'Agenzia delle entrate ha chiarito che l’esenzione Irpef riconosciuta agli studenti che partecipano al programma “Erasmus +” spetta solo a loro, non può essere estesa ai docenti e al personale amministrativo che opera nell'ambito dello stesso programma.
Venerdì, 01 Febbraio 2019 11:45

Telefisco 2019: chiarimenti fattura elettronica

Nel corso di Telefisco 2019 svoltosi ieri, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che: la sanatoria per la tardiva emissione della fattura elettronica non interessa anche le sanzioni per gli omessi versamenti da errata liquidazione Iva.
La stagione dichiarativa 2019 si apre con le dichiarazioni Iva a partire dal 1° febbraio. La trasmissione telematica della dichiarazione, e la conseguente acquisizione del modello da parte di Agenzia delle entrate, permette le compensazione, oltre soglia dei 5.000 euro, dell'imposta a credito.  La compensazione entro la soglia indicata è libera ed è possibile già a partire dal 1° gennaio dell’anno successivo.
E' stato pubblicato il 24 gennaio 2019, sul sito ufficiale del Ministero del Lavoro, il decreto interministeriale n. 24 del 31 dicembre 2018, recante le regole per la fruizione dell’indennità giornaliera a favore del personale del settore pesca. Per il 2018, a titolo di "fermo pesca", è stata riconosciuta un’indennità giornaliera onnicomprensiva di 30 euro. Per ottenerla è necessario presentare un'istanza entro e non oltre il 28 febbraio 2019, avvalendosi del sistema telematico denominato "CIGSonline".
L’Agenzia delle Entrate, in occasione di un videoforum del 23 gennaio, ha chiarito che per la verifica della soglia di accesso al regime forfettario si devono considerare anche i redditi derivanti dall’utilizzazione economica di opere dell’ingegno (diritto d’autore).
La Corte di Cassazione, con l’ordinanza 2014 del 24 gennaio 2019, ha stabilito, in riferimento al bollo auto, che il termine triennale previsto per la riscossione (art. 5 del dl 953/1982 conv. dalla legge 53/1983) mantiene efficacia anche se l’ente impositore (la Regione) abbia provveduto, nei termini, all’iscrizione a ruolo del tributo.
Martedì, 29 Gennaio 2019 11:43

ISEE precompilato dal 1° settembre 2019

Dal prossimo 1° settembre l'Inps provvederà ad emettere l'Isee precompilato. Nel modello saranno indicati tutti i dati noti al Fisco: anagrafiche, redditi dichiarati, fabbricati, alcuni dati dei conti correnti e i veicoli intestati. Il cittadino interessato dovrà comunque sempre compilare la dichiarazione sostitutiva unica.
Lunedì, 28 Gennaio 2019 11:47

Sistema TS: opposizione per spese sanitarie

Il 31 gennaio scade il termine per opporsi all'esposizione delle spese sanitarie nel modello 730/2019 precompilato. L'interessato dovrà comunicare direttamente all'Agenzia delle entrate le tipologie di spesa da escludere, i dati anagrafici, il codice fiscale, il numero della tessera sanitaria e la relativa data di scadenza. L’opposizione può essere eseguita: inviando una e-mail alla casella di posta elettronica dedicata Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; chiamando i numeri: 800909696 da fisso, 0696668907 da cellulare, +390696668933 dall'estero; consegnando a un qualsiasi ufficio territoriale dell'Agenzia l'apposito modello.…
Pagina 8 di 46