|  (+39) 080 561 2269      Scrivimi

 

Il deposito del bilancio di esercizio deve essere fatto entro 30 giorni dall’approvazione del bilancio: quest'anno,per le società con esercizio solare, entro il 30 maggio in caso di approvazione entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio, ed entro il 29 luglio in caso di approvazione entro 180 giorni in presenza di “particolari esigenze”. Il bilancio è costituito da: Stato Patrimoniale, Conto Economico, Rendiconto finanziario e Nota Integrativa in formato XBRL (tassonomia 2018-11-04); Relazione sulla gestione, Relazione del Collegio sindacale/Revisore legale e Verbale di approvazione dell’assemblea in formato PDF/A. Per omessa/tardiva presentazione si applica la sanzione pecuniaria da 137,33 a 1.376 euro, in capo a ciascun amministratore/liquidatore.

Lunedì, 06 Maggio 2019 10:50

Rottamazione quater: si lavora alla stesura

Come prevedibile, visto il successo delle precedenti rottamazioni, il governo lavora ad una nuova rottamazione delle cartelle, la quater,  che potrebbe assorbire anche le cartelle notificate nel 2018. Il provvedimento sarebbe inserito nella legge di conversione del decreto crescita.

Lunedì, 06 Maggio 2019 10:49

Spesometro: la regolarizzazione

Si è appena conclusa la spedizione dello spesometro riferito al 2° semestre 2018. In caso di omissione o irregolare trasmissione è possibile regolarizzare la violazione ricorrendo al ravvedimento operoso. Le misure sono: per regolarizzazione entro il 15 maggio la sanzione è pari ad 1/9 di 1 € per ciascuna fattura; dal 16 maggio al 29 luglio la sanzione è pari ad 1/9 di € 2 per ciascuna fattura; dal 30 luglio al 30 aprile 2020 la sanzione è pari a 1/7 di 2 € per ciascuna fattura.

Lunedì, 06 Maggio 2019 10:49

Decreto crescita: la mini-Ires

Il decreto crescita rivede la mini Ires 2019. Il nuovo sistema di agevolazioni previsto per le società, in vigore dal 1° gennaio viene abrogato: dal 1° maggio sono entrate in vigore le nuove disposizioni. Si ritorna alle regole precedenti la legge di bilancio 2019. Pertanto, al reddito d'impresa delle società e degli enti, fino a concorrenza dell'importo riferito agli utili di esercizio accantonati a riserve diverse da quelle di utili non disponibili, e nei limiti del patrimonio netto, sconta un'aliquota ridotta di 3,5 punti per il periodo d'imposta successivo a quello in corso del 2018, e per i due successivi rispettivamente 1,5, 2,5 e 3 punti percentuali.

Modello 770/2019 con "corsi e ricorsi". Ritorna l'obbligatorietà dell'indicazione del codice fiscale dell’altro professionista in caso di invio separato, oltre alla tipologia di ritenute oggetto di invio.

Lunedì, 06 Maggio 2019 10:48

Agenzia delle entrate: invio CU autonomi

Lo scorso 7 marzo 2019 è scaduto il termine per l’invio telematico delle CU dei lavoratori dipendenti. La stessa data era fissata anche per l'invio delle CU degli autonomi. L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che non saranno applicate sanzioni per l’invio telematico delle CU degli autonomi inviate entro il termine di scadenza del modello 770, quest’anno previsto per mercoledì 31 ottobre.

Nella risposta n. 132/2019 ad un interpello riguardante la fatturazione elettronica, l'Agenzia delle entrate, per il caso di acquisti da agricoltori che operano in regime di esonero Iva, il cessionario, nell’emettere le autofatture elettroniche, può decidere liberamente come numerarle: unica condizione è matenere l’univocità, per evitare duplicazioni od ostacolo all’attività di controllo.

Venerdì, 03 Maggio 2019 11:35

Forfetari: l'obbligo di ritenuta dipendenti

Il decreto crescita, da poco approvato, "sistema" i dubbi emersi riguardo l'applizazione della ritenuta alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati per i datori di lavoro in regime forfettario. La norma ha effetto retroattivo. Le ritenute sulle retribuzioni corrisposte nei primi tre mesi dell’anno saranno operate in tre tranche, di pari importo, a partire dal terzo mese successivo a quello di entrata in vigore delle nuove regole.

Le nuove scadenze dell'autoliquidazione Inail 2018/2019 sono riassunte nella nota dell'Istituto n. 5453 del 3 aprile 2019. La scadenza fissata è il 16 maggio; entro questa data il datore di lavoro potrà: presentare la dichiarazione delle retribuzioni telematica, comprensiva dell’eventuale comunicazione del pagamento in quattro rate del premio di autoliquidazione, nonché della domanda di riduzione del premio artigiani in presenza dei requisiti previsti; pagare il premio di autoliquidazione; inviare la comunicazione motivata di riduzione delle retribuzioni presunte. Il termine interessa anche ai datori di lavoro che hanno cessato l'attività a gennaio e febbraio 2019. Sempre entro tale data dovranno essere versati in unica soluzione anche i contributi associativi ed eventualmente trasmesso via PEC il modulo “Autocertificazione per sconto settore edile”.

Il navigator, la nuova figura inserita nell'ambito del reddito di cittadinanza, tocca quota 16.773 candidati, a fronte di 3.000 posti disponibili. La domanda per diventarlo può essere presentata entro il prossimo 8 maggio. Il bando ANPAL del 18 aprile 2019 chiarisce requisiti, ruoli e inquadramento contrattuale.

Pagina 5 di 99