|  (+39) 080 561 2269      Scrivimi

 

Nel question time n. 5-02592 del 25 luglio 2019, il Mef ha aperto alla possibilità di poter detrarre le spese sostenute per le prestazioni rese dal massofisioterapista con diploma conseguito dopo il 17 marzo 1999. In attesa del riordino della figura dei massofisioterapisti da parte del Ministero della Salute, si colma il divario presente finora tra coloro che hanno conseguito il diploma prima del 17 marzo 1999 e coloro che lo hanno conseguito dopo.

Mercoledì, 31 Luglio 2019 12:27

Buono corrispettivo e giri turistici

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che per l’organizzazione di tour turistici si devono emettere ricevute fiscali pagate che costituiscono i corrispettivi del giorno; il riepilogo deve essere inviato all’Agenzia delle Entrate se il tour è stato venduto direttamente. Se, invece, il giro viene effettuato dietro presentazione di voucher venduto dall’agenzia, allora è necessario emettere una fattura elettronica direttamente all’agenzia viaggi. L'art. 6 ter comma 3 del DPR 633/72, nella sua nuova formulazione, dispone che l’operazione derivante dal voucher monouso è rilevante ai fini Iva e risulta effettuata nei confronti del soggetto che ha emesso il voucher qualora il prestatore sia diverso dall’emittente.

Mercoledì, 31 Luglio 2019 12:26

Nuova disciplina del Patent box

Pubblicato in versione definitiva il provvedimento del 30 luglio 2019 recante le regole tecniche per la determinazione diretta del reddito agevolabile da Patent box. In questa versione si tengono conto le osservazioni formulate dagli operatori economici, ordini professionali ed esperti nel corso della consultazione pubblica avviata lo scorso 17 luglio e conclusa il 24 luglio 2019.

L’INPS informa che si sono verificati nuovi tentativi fraudolenti attraverso l’invio di email con contenuti apparentemente attribuibili all’Istituto. Nello specifico le segnalazioni pervenute riferiscono di una email, inviata attraverso diversi indirizzi di posta certificata (PEC) non appartenenti all’Istituto, che avvisa di presunte irregolarità nel versamento di contributi. Il testo della email si conclude con l’invito a cliccare su un link per accedere al dettaglio delle dichiarate irregolarità dal quale non si accede, in realtà, a nessun indirizzo ufficiale dell’INPS. Anzi è possibile che il link rimandi a un qualche sito dal quale verrebbe automaticamente scaricato del software maligno (malware) pertanto si consiglia di non cliccare sul link che compare nella email.

I benefici “prima casa” possono essere goduti anche in caso di vendita dell’abitazione acquistata con le medesime agevolazioni, mantenendo la proprietà del solo garage da destinare a pertinenza. La precisazione è stata fornita dall’Agenzia delle entrate nell’interpello n. 241 del 15 luglio 2019.

L'Ocse ha pubblicato un nuovo manuale (online) sulla lotta al riciclaggio e terrorismo. Il manuale è stato elaborato e rivisto in relazione alle singole amministrazioni fiscali, affinché possano adattarlo al loro contesto nazionale, tenendo conto dei diversi ruoli che vi rivestono in relazione alla segnalazione di transazioni insolite o sospette o in caso di ricevimento di tali segnalazioni e, più in generale, rispetto ai poteri effettivi di cui possono far uso investigando sui reati di riciclaggio di denaro e di finanziamento del terrorismo.

E' stato rivalutato l’assegno di incollocabilità: dal 1° luglio 2019 ammonta a 262,06 euro. A stabilirlo il decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 48 del 15 maggio 2019, registrato dalla Corte dei Conti in data 27 maggio 2019 e adottato sulla base della determinazione presidenziale dell’INAIL n. 121 del 10 aprile 2019. L’assegno di incollocabilità spetta agli invalidi per infortunio sul lavoro di età non superiore a 65 anni impossibilitati a beneficiare dell’assunzione obbligatoria.

E' online l'applicativo 730 che consente ai sostituti d'imposta l'invio del diniego dei modelli 730-4 relativi a persone per le quali non sono tenuti ad effettuare i conguagli. Il diniego è possibile esclusivamente nei casi in cui il rapporto di lavoro con il contribuente: non è mai esistito; è cessato prima della data stabilita per l'avvio della presentazione del modello 730. Il sostituto di imposta che non è tenuto ad effettuare il conguaglio della dichiarazione, deve comunicare entro cinque giorni lavorativi da quello di ricezione dei risultati contabili, tramite l’applicativo on line dell’Agenzia delle Entrate, per il successivo inoltro al soggetto che ha prestato assistenza fiscale.

L’Agenzia delle entrate stà inviando alle aziende interessate da anomalie negli studi di settore periodo dal 2015 al 2017 le comunicazioni di compliance. Nelle lettere si invitano i contribuenti a fornire indicazioni o a provvedere al ravvedimento operoso. Nel caso in cui un contribuente risulti interessato da più tipologie, sarà elaborata una sola comunicazione. Fra i casi di anomalie più importanti: imprese/professionisti: omessa indicazione del valore dei beni strumentali in presenza di ammortamenti; imprese: situazioni di incoerenza nella gestione del magazzino; imprese: incoerenza tra lo studio di settore presentato e gli “elementi specifici” dell’attività dichiarati.

Per effetto della proroga delle scadenza di presentazione delle dichiarazioni dei redditi 2019, anche il termine di prescrizione si allunga. A titolo esemplificativo: in caso di omessa presentazione del modello Redditi 2019 entro il termine del 2 dicembre la prima scadenza utile è 90 giorni dal termine di presentazione, quindi 2 marzo 2020. Così facendo il relativo termine di prescrizione di notifica degli atti impositivi si allunga di un anno.

Pagina 2 di 101

Articoli in evidenza