|  (+39) 080 561 2269      Scrivimi

 

Con al circolare n. 3662/C del 10 ottobre 2013 il MEF fornisce indicazioni alle CCIAA circa la gestione dell'attività di aggiornamento dei ruoli soppressi camerali dopo la scadenza del termine ultimo di adempimento del 30 settembre 2013. Alle imprese in attività alla data del 12 maggio 2012 e che non hanno provveduto ad aggiornare la loro posizione al registro delle imprese/REA al 30 settembre 2013, è data la possibilità di aggiornare la propria posizione entro il 30 ottobre 2013. Alle persone fisiche iscritte al ruolo dei mediatorio agenti e rappresentanti di commercio che, invece, risultavano inattive alla data del 12 maggio 2012 e che non hanno provveduto ad aggiornare la propria posizione all'apposita sezione del REA alla scadenza stabilita è prevista la decadenza di iscrizione al Repertorio delle notizie Economiche e Amministrative.

In tema di indennità di disoccupazione e madre lavoratrice, per ottenerla la madre dovrà presentare le dimissioni entro il compimento del primo anno di età del banbino. Esattamente: le dimissioni volontarie della madre lavoratrice durante i primi tre anni di età del bambino è equiparato a quella del divieto di licenziamento. Pertanto, la lavoratrice o il lavoratore (padre) ha diritto alla percezione delle indennità, compresa quella di disoccupazione involontaria, disposte nell’ipotesi di licenziamento, esclusivamente nel caso di presentazione delle dimissioni, o di licenziamento entro il compimento del primo anno di età del figlio.

Martedì, 22 Ottobre 2013 10:08

E' in scadenza il modello RED 2013

Tempo di scadenze per il "bustone", ricevuto dai pensionati e contenente il modello “RED italiano” o modello “RED estero”; integrazione “RED 2010 – campagna RED 2011”; modello di “Dichiarazione per i titolari di prestazioni assistenziali”; modello per ”Indennità di frequenza - Denominazione della scuola”. Entro il 31 ottobre i pensionati dovranno presentare in maniera telematica all’INPS tutta la documentazione richiesta per attestare la permanenza del diritto alle prestazioni pensionistiche e assistenziali. Le comunicazioni possono essere trasmesse gratuitamente anche tramite soggetti convenzionati (CAF, professionisti abilitati).

Il 15 ottobre 2013 è stata pubblicata dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli la nota n.115837 con cui ha fornito chiarimenti in merito alle modalità di calcolo degli interessi dovuti per il pagamento differito dei diritti doganali, a seguito di segnalazioni da parte degli Uffici doganali riguardanti le divergenti modalità di computo adottate. Ecco le procedure: nel caso in cui il periodo di dilazione (computato senza tener conto dei primi trenta giorni) del pagamento dei diritti riguardanti la fiscalità interna ricada interamente in un semestre, dovrà applicarsi il saggio di interesse stabilito con decreto del MEF per lo stesso semestre; nel caso in cui il periodo di dilazione (calcolato senza considerare i primi trenta giorni) del pagamento dei diritti afferenti la fiscalità interna ricada a cavallo dei due semestri, dovranno applicarsi entrambi i saggi di interesse stabiliti con appositi decreti del MEF, ognuno con riferimento ai giorni ricadenti nel rispettivo semestre. I semestri  in considerazione sono: 13 gennaio - 12 luglio e 13 luglio - 12 gennaio dell'anno successivo.

L’INPS, con il messaggio n. 16786/2013, ha reso noto che sono disponibili nel Cassetto previdenziale “Artigiani e Commercianti” gli avvisi bonari relativi alle rate in scadenza a maggio 2013 e agosto 2013. Si ricorda che gli avvisi bonari non saranno più inviati a mezzo posta, ma verranno messi a disposizione del contribuente all’interno del suddetto Cassetto previdenziale.

Martedì, 22 Ottobre 2013 10:06

Agevolazioni: bonus edili prorogati al 2014

La legge di stabilità ha prorogato di un anno i bonus edili. Nel dettaglio: le detrazioni fiscali del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici sono prorogate fino al 31 dicembre 2014, dal 2015 decresceranno scendendo prima al 50% e poi (nel 2016) al 36%. Per gli interventi che interessano le parti comuni degli edifici condominiali o tutte le unità immobiliari di cui si compone il condominio, le spese sostenute fino al 30 giugno 2015 sono detraibili al 65%, mentre quelle effettuate fino al 30 giugno 2016 usufruiscono del bonus al 50%.

Da pronunce delle Sezioni Penali della Corte di Cassazione emerge un rischio penale per i commercialisti. Esattamente, in sede penale,  le conoscenze economico-giuridiche proprie dei commercialisti e dei consulenti d’impresa possono essere utilizzate dalla pubblica accusa per dimostrare la partecipazione “consapevole” dei medesimi alla commissione di reati fiscali e fallimentari (sentenze n. 39079/13 -  n. 39873/13 della Terza Sezione Penale della Cassazione).

Periti agrari e agrotecnici devono comunicare, entro il prossimo 31 ottobre, il reddito professionale conseguito nel 2012, anche se pari a zero, così come disciplinato dall’art. 11 del Regolamento. In caso di omessa o infedele comunicazione dei redditi, si applicano le sanzioni previste dell’articolo citato.

L'INAIL, nella nota n. 6262/2013, spiega come "riattivare" un codice ditta per reiscrizione. Al fine di mantenere l'unicità della situazione contributiva e contabile, nel caso in cui un soggetto identificato da un determinato codice fiscale cessi l’attività e successivamente la inizi nuovamente, l'Istituto assicurativo mantiene fermo il codice ditta già assegnato in precedenza, procedendo alla "riattivazione" dello stesso, con istituzione di una nuova posizione assicurativa territoriale per ogni singola sede di lavoro indicata nella denuncia di esercizio.

Il Direttore dell'Agenzia Attilio Befera ha anticipato la linea morbida in materia di sanzioni riguardo le piccole tardività nella spedizione dello spesometro. E ciò per compensare la tardiva pubblicazione del modello polivalente avvenuta il 10 ottobre scorso rispetto all’imminente scadenza per l'invio dei dati 2012 fissata per il prossimo 12 novembre per i soggetti obbligati che effettuano le liquidazioni mensili dell'IVA. Qualche giorno di ritardo nell’invio, la mancata barratura delle caselle che indicano la presenza di un'operazione particolare o il numero non esatto di operazioni aggregate dovrebbero rientrare tra gli errori sui quali l’Amministrazione Finanziaria non “dovrebbe” applicare sanzioni. Si resta in attesa di indicazioni ufficiali.

Pagina 94 di 98

Articoli in evidenza