|  (+39) 080 561 2269      Scrivimi

 

Dopo le notizie pubblicate negli scorsi giorni circa la "negazione" da parte della Consulta alla rottamazione cartelle se l'affidatario del carico non era Agenzia delle entrate/riscossione (ex equitalia), la stessa Consulta, con il comunicato stampa sulla sentenza n. 51/2019, "ripara" al dettato dichiarando che nel decreto di rottamazione e stralcio delle cartelle, si parla di "carichi affidati agli Agenti della riscossione" in senso non tecnico: lo stralcio e la rottamazione riguarderebbero tutti i casi in cui la riscossione dei carichi sia stata affidata a qualsiasi soggetto, e non solo all’Agente nazionale.

Bastano 200 euro per periodo d'imposta per sanare le violazioni formali, quelle irregolarità, cioè, non rilevanti sulla determinazione della base imponibile ai fini delle imposte sui redditi, dell’Iva, dell’Irap, dei tributi. Ad occuparsene è stato il provvedimento del 15 marzo 2019, che ha disposto le regole per la "Sanatoria delle violazioni formali"; ora, con la risoluzione n. 37/E del 21 marzo 2019, viene istituito il codice tributo "PF99" - violazioni formali – definizione agevolata – art. 9 del Dl n. 119/2018 - per consentire il pagamento delle somme e regolarizzare la propria posizione. Il versamento può essere effettuato in due rate di pari importo, la prima entro il 31 maggio 2019 e la seconda entro il 2 marzo 2020. É consentito anche il pagamento in un’unica soluzione entro il 31 maggio 2019. Non è possibile avvalersi della compensazione.

Giovedì, 21 Marzo 2019 12:29

RLI: arriva il nuovo modello

E' stato aggiornato con il provvedimento del 19 marzo 2019 il modello RLI per la “Richiesta di registrazione e adempimenti successivi - contratti di locazione e affitto di immobili” e delle relative istruzioni. La modifica si era resa necessaria dopo l'introduzione, fatta dalla legge di bilancio 2019, della cedolare secca anche per gli immobili ad uso commerciale.

Giovedì, 21 Marzo 2019 12:28

Tassa libri sociali: al via il ravvedimento

Scaduto il termine per il versamento della tassa annuale per la vidimazione libri sociali (18.03.2019), parte il ravvedimento per chi non avesse adempiuto.

Mercoledì, 20 Marzo 2019 12:54

Nuovo modello IVA TR

Con il provvedimento AE 19 marzo 2019, è stato approvato il nuovo modello IVA TR da utilizzare per la richiesta di rimborso o per l’utilizzo in compensazione del credito Iva trimestrale. Allegante anche le istruzioni e le specifiche tecniche per la trasmissione telematica.

Il MIUR ha stabilito le nuove soglie di detraibilità delle spese di iscrizione agli atenei non statali. Il decreto è del 28 dicembre 2018 ed è stato pubblicato sulla GU del 19 marzo 2019. I limiti sono gli stessi degli ultimi anni.

Mercoledì, 20 Marzo 2019 12:53

CU INPS 2019: la messa a disposizione

Con avviso dato il 18 marzo l'INPS ha comunicato della messa a disposizione per pensionati e disoccupati della CU 2019. La si può scaricare online, anche presso CAF e Patronati, oppure richiedere direttamente presso gli uffici dell'Istituto. Per scaricarla online è necessario munirsi di codice Pin o credenziali SPID.

Martedì, 19 Marzo 2019 11:43

Reverse charge: in vigore fino al 2022

E' stato prorogato al 30 giugno 2022 dal decreto fiscale, il reverse charge IVA per la cessione di telefoni cellulari, console da gioco, tablet PC e laptop. La normativa sarebbe dovuta cessare il 31 dicembre 2018, ma un emendamento al decreto IVA ha disposto che l’inversione contabile possa essere utilizzata fino al 2022, allineando, così, la normativa italiana a quella dell'Unione.

Martedì, 19 Marzo 2019 11:42

Norma antielusione: Malta aderisce all'ATAD

Malta aderisce alla norma antielusione prevista dalla normativa europea ATAD1. La direttiva prevede nuove regole CFC alle imposte di uscita e regole "anti-abuso"; è stata studiata per contrastare il ricorso alla pianificazione fiscale aggressiva. I nuovi obblighi si applicano dal 1° gennaio 2019; la exit tax scatterà, invece, il 1° gennaio 2020.

Lunedì, 18 Marzo 2019 11:10

Bilanci: tempo di redazione

Il bilancio di esercizio delle società di capitali deve essere presentato ai soci entro 120 gg dalla chiusura dell’esercizio 2018, quindi il 30 aprile per gli esercizi che coincidono con l’anno solare. L'iter prevede anche: la trasmissione all’organo di controllo, se esistente, almeno 30 giorni prima della data di approvazione, e il deposito presso la sede sociale, per consentire ai soci di prenderne visione, nei 15 giorni precedenti a quello fissato per l’approvazione. L'approvazione del bilancio può avvenire al massimo entro 180 giorni (29 giugno per gli esercizi solari) se previsto dallo Statuto e sussistano “particolari esigenze”. Dopo l'approvazione va depositato, entro i successivi 30 giorni, presso il competente ufficio del Registro delle Imprese, unitamente ai documenti allegati e al verbale di approvazione.

Pagina 10 di 99