|  (+39) 080 561 2269      Scrivimi

 

In materia di autotrasporto vengono bloccate alcune regole che vorrebbe l'Europa riguardanti i tempi di guida e cabotaggio. In un primo passaggio dell'iter parlamentare i tempi di guida e di riposo peggioravano, dando più possibilità ai vettori dell'Est europeo: si sarebbero sfruttati i tempi di riposo solo dalla quarta settimana mese, concentrando il lavoro su tre settimane gestite in modo continuativo. Grazie ad una mobilitazione degli europarlamentari dell'ovest, si è giunti ad un compromesso lasciando invariate le vecchie norme sui temi di guida e riposo e stringendo sul cabotaggio: dopo tre giorni in uno Stato estero il camion dovrà trascorrere almeno 60 ore nello Stato in cui ha sede.

Il decreto crescita prevede un nuovo adempimento Iva per chi vende tramite e-commerce. Si tratta di nuove comunicazioni Iva che partiranno da luglio 2019. Si tratterebbe di un nuovo strumento per combattere l'evasione Iva (così dicono ...). La cadenza di trasmissione sarà trimestrale.

Il decreto crescita aggiorna le agevolazioni previste per il "rientro dei cervelli" in Italia. Tra le principali modifiche: la durata del regime di favore, a partire dal 2020 viene spostato a 6 anni e per i lavoratori impatriati la riduzione dell’imponibile passa dal 50 al 70%.

In base alla nuova disciplina del fallimento (Dl n. 14/2019), sono state effettuate modifiche riguardanti l'organo di controllo delle Srl. Sono più basse le soglie previste per la nomina obbligatoria dell’organo di controllo o del revisore delle Srl, ed è più amplia la platea di soggetti che potranno ricoprire l'incarico.

L’Agenzia delle entrate amplia i canali di assistenza e contatto da parte dell'utenza. Viene attivato un “ticket virtuale” anche per i servizi catastali e ipotecari;  l’app “AgenziaEntrate” si incrementa di nuove funzionalità attraverso le quali è possibile inviare e-mail all’Agenzia, e collegarsi telefonicamente al call center. Per gli Sms è cambiato il numero telefonico da comporre: ora è il 3399942645.

Le lettere di intento ricevute nel 2018 dall’esportatore abituale devono essere indicate nella dichiarazione Iva 2019. Esse, prima dell’effettuazione dell’operazione devono essere state riscontrate telematicamente, poi devono essere riepilogate nella dichiarazione Iva, indicando il numero di protocollo attribuito dal sistema informativo all’invio telematico effettuato dall’esportatore abituale.

Nel disegno di legge sulle semplificazioni fiscali, un emendamento prevede che il contratto di cessione e affitto d'azienda potrà essere firmato come scrittura privata anche dal commercialista o dall'avvocato. Finora l'operazione era consentita solo ai notai.

Entro il 23 aprile (essendo il 20/21/22 festa) bisogna effettuare il pagamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche del primo trimestre 2019. L’importo da versare sarà comunicato direttamente nell’area riservata del soggetto passivo.

Aumenta la deducibilità IMU per gli immobili strumentali: il decreto crescita rivede le regole previste dalla Legge di Bilancio. Si incrementa del 10% la percentuale di deduzione riconosciuta già a partire dal 1° gennaio 2019 e di un ulteriore 10% per il periodo d’imposta successivo. Pertanto, dal corrente anno, l'Imu degli immobili strumentali all’attività d’impresa, arti e professioni potrà essere portata in deduzione dal reddito nella misura del 50%; dal 2020 la percentuale sale al 60%.

Giovedì, 04 Aprile 2019 12:21

Decreto crescita: le novità

Il decreto crescita dovrà essere approvato entro il 10 aprile. Tra le novità: rottamazione ter per le tasse locali, riduzione strutturale dell’Ires che sostituirà la mini-Ires, regime forfettario per le partite Iva con dipendenti, obbligo di fatturazione elettronica per le imprese anche per le operazioni verso San Marino, misure fiscali per la crescita economica, ripristino del superammortamento, rilancio degli investimenti privati, tutela del made in Italy.

Pagina 9 di 101

Articoli in evidenza